SON

benny more

benny more

Questo genere strumentale, vocale, ballabile è senza ombra di dubbio, una delle forme basiche del musica cubana. I suoi giri ritmici, i modi percussivi, i ritornelli ripetitivi, la sonorità  delle corde “battute” e “raschiate” della chitarra, denunciano chiaramente l’origine Africa (Bantù) e Spagnola. Il complesso strumentale per l’esecuzione del “son” e dei più disperati: dal semplice trio composto di chitarra “ tres”  (piccola chitarra tipica cubana con tre corde doppie) e maracas, all’organico di base che, di norma è composto di: “chitarra, tres, contrabasso, bongo e uno o due cantanti che suonano le cosiddette “piccole percussioni”( maracas, claves o guiro ) A questo organico spesso, si inserisce un suonatore di tromba che si alterna con il “tresero” nello sviluppo della linea melodica. Spiccano fra gli autori ed interprete che hanno avuto ruoli nello sviluppo ed il conseguente accrescimento del “el son”  le figure di: Ingnacio Piñeiro (1888-1969) “Miguel matamoros” (1894-1971) “Alfredo Boloña Jiménez” (1890-1964) Sexteto Habana, Bienvenido  Julian Gutierrez (1900-1966) “Felix Chapotin” (1909-1983) e l’incomparabile “Barbaro del ritmo” “Beny More”(1919-1963). Caratteristica tipica del “son” è il disegno ritmico-armonico constante del contrabbasso che cuba viene chiamato “bajo anticipado”(basso antecipato) e cioè il modo di eseguire le note “ pizzicate”  in maniera “sincopata”.

 

Nel tempo il “son” È stato oggetto di manipolazione  ed adattamenti a seconda delle tradizioni musicali tipiche delle differenti località  cubane, per cui sono “nate” varianti quali: Son-Changui (Guantanamo) Sucu-sucu ( Isla de la Juventud) ,Son-montuno, Son-bachata (Santiago de Cuba-Manzanillo) ,Son-Habanero ( Provincia dell’avana)  e quindi Bolero-Son, Son pregon , Afro-Son, Guajira-Son, Guaracha-Son ecc. Da questo genere autenticamente Cubano sono state attinte negli anni ’70, da parte di musicisti del “barrio” (quartiere) latino di Nuova York (Yohnny Pacheco, Willi Colon) ecc. Le basi per lo sviluppo dell’evento musicale chiamato “Salsa”