Contradanza

Unitamente ad altre manifestazioni culturali, le colonie di bianchi, negri e mulati francesi immigrati a cuba dalla vicina isola di Haiti dopo la rivoluzione, portarono anche la “Contredanza” da cui si origino il nome di “Contradanza” . Altri autori attribuiscono, invece, la sua provenienza dalla fusione delle parole inglesi “Country” (campagna) e Dance (danza) e quindi danze campestre, di origine europea importata a cuba da gruppi di franco-haitiani verso la fine del XVIII secolo.

 

Già  nel 1800 a cuba chiamavano questo genere ballabile   “Contradanza Criolla”  (contradanza cubana) le qui figurazioni più significative erano il “Paseo” ( passeggiata) e la “Cadena” (catena), piuttosto lente ed armoniose, mentre il “Sostenido” (sostenuto) ed il “Cedazo” (setaccio) erano più vivaci e piccanti. La contradanza più antica risale al 1803 ed ha per titolo “San Pasqual Bailon” di autore anonimo e pubblicata nel 1881 dall’editore musicale Anselmo Lopez (Madrid 1841-L’Avana 1920).